A Caltagirone un presidio ospedaliero in buona salute

A Caltagirone un presidio ospedaliero in buona salute

9 Ottobre 2019 Redazione 0

Briefing stamane del direttore generale dell’Azienda sanitaria provinciale che convoca periodicamente il suo staff per verificare lo stato di attività del Presidio di Caltagirone. All’incontro di oggi erano inoltre presenti: i direttori dei Dipartimenti di Chirurgia (dr. Giuseppe Reina) e Materno-Infantile (dr. Angelo Tarascio); il direttore medico e il direttore amministrativo del Presidio, dr.ssa Giovanna Pellegrino e dott. Antonio Falciglia; il direttore dell’UOC Coordinamento Staff, dr. Vito Litrico; la responsabile del Controllo di gestione, dott.ssa Laura Salerno; il direttore dell’UOC Risorse Umane, dott. Santo Messina; il direttore dell’Ufficio Tecnico, ing. Francesco Alparone; i rappresentanti locali e provinciali dei sindacati. «L’Ospedale funziona e produce servizi di altissimo livello – ha detto il dott. Lanza – Vogliamo sostenere ancora la crescita dei servizi sanitari erogati con il reclutamento di nuove risorse professionali e l’acquisizione di ulteriori risorse tecnologiche, anche provvedendo all’aggiornamento della dotazione strumentale. La consegna dei lavori per la realizzazione del nuovo reparto di Oncologia testimonia la grande attenzione per il territorio, per i bisogni dell’utenza e per il lavoro svolto in questi anni dagli operatori». Aprendo il briefing, la Direzione strategica ha consegnato un encomio, al direttore dell’UOC di Pediatria, dr. Roberto Giugno, per la competenza, la professionalità e i profili assistenziali assicurati dai medici e dagli operatori del reparto, nel corso del ricovero di un bimbo di 2 anni, affetto da sindrome di Kawasaki, guarito da tale patologia grazie alla tempestiva diagnosi formulata dall’equipe medica della Pediatria. Il dr. Rapisarda, che ha consegnato l’encomio, si è complimentato con i medici e gli operatori dell’UOC di Pediatria e con il personale tutto del “Gravina”. Dai dati gestionali emerge un quadro soddisfacente dell’attività erogata dal Presidio, in linea con le previsioni degli obiettivi regionali. In particolare il dott. Lanza ha evidenziato i buoni indici del Pronto Soccorso. In merito alla programmazione del fabbisogno di personale il manager si è soffermato sui concorsi banditi per complessivi 235 posti di dirigente medico, per 21 discipline; e sui concorsi per primario di 25 Unità Operative, 11 delle quali per l’Ospedale “Gravina”. Il dr. Di Bella ha assicurato che le procedure saranno condotte celermente e in trasparenza per rispondere alle esigenze dei servizi. Entro il mese di dicembre saranno anche assunti 120 infermieri, utilizzando la graduatoria di bacino dell’AO “Cannizzaro” di Catania, capofila. Inoltre, è stata bandita una procedura mobilità/concorso per 148 infermieri e 95 operatori socio sanitari. Per quanto attiene agli acquisti per il “Gravina”, dal 18 dicembre 2018 a oggi, sono stati acquisite attrezzature per 478.900,00 euro. Mentre sono 11.092.376,00 euro le risorse economiche investite per i lavori pubblici in corso nel Presidio.

 

Autore
Foto del profilo di Redazione

Redazione

Your email address will not be published. Required fields are marked *