OMCeO, riferimento non solo per i professionisti ma per tutti i cittadini

OMCeO, riferimento non solo per i professionisti ma per tutti i cittadini

1 Gennaio 2021 Redazione 0

Sono passati appena 86 giorni, dei 730 previsti, dal giorno della mia elezione a Presidente e di quella della magnifica squadra che compone questo nuovo Consiglio dell’Ordine dei Medici e degli Odontoiatri della nostra Provincia. Sino ad ora non mi ero mai dedicato alla “politica” sanitaria ma solo alla mia specialità , l’otorinolaringoiatria , e alla istituzione a cui appartengo come docente , l’Università di Catania.Innamorato della professione medica, pur non avendo tradizioni familiari, sono un ostinato sostenitore della nostra deontologia, fautore della necessità di un continuo e costante aggiornamento della classe medica e assertore di una “ri”umanizzazione della medicina.Mi ero presentato ai Colleghi, per spiegare il motivo della  inaspettata accettazione della mia candidatura, con un aforisma di Bertrand Russell  (“Gli innocenti non sapevano che la cosa era impossibile dunque la fecero” ), oggi devo ammettere che “l’impresa” è difficile ma non credo più sia impossibile. Non voglio arrendermi senza avere profuso tutte le mie energie e la mia passione.  Non so dove arriverò e cosa riuscirò a fare; ma so che non posso esimermi di affrontare l’impegno che mi è stato proposto e che ho accettato per spirito di servizio e non per voglia di protagonismo. Ho promesso un impegno  con “disciplina e onore”, con grande senso di responsabilità, e con l’obiettivo primario di attenzionare le esigenze degli iscritti, ovviamente nel “rispetto delle Istituzioni nonché delle norme e prescrizioni che presiedono il funzionamento degli Ordini”, perché solo attraverso il dialogo costruttivo ed il contributo di tutti i  colleghi, si potranno “raggiungere ottimi risultati sui molteplici obiettivi da perseguire, non ultimo quello di ristabilire oggi l’importante ruolo del Medico nella società civile”. L’ordine professionale è un “ente di diritto pubblico col compito precipuo di tutela dei cittadini riguardo la qualità delle prestazioni professionali”  Gli “iscritti devono sottoscrivere un codice deontologico e trovano nell’ordine un punto di riferimento per quanto riguarda le possibilità di formazione e aggiornamento”. Abbiamo iniziato da queste, apparentemente semplici, funzioni non trascurando ovviamente i problemi che hanno, in parte, condotto alle polemiche oggetto di diverse attenzioni sia da parte della magistratura che di alcune testate giornalistiche. Mi è bastato poco per comprendere le numerose difficoltà che hanno incontrato i miei predecessori in questo gravoso impegno che richiederebbe un coinvolgimento totale e conoscenze economico-amministrative e giuridiche che non fanno parte del bagaglio culturale della professione  Medica. A tal proposito, per rendere l’attività dell’Ordine più efficace ed efficiente e per dare stabilità amministrativa, abbiamo dato il via ad un bando pubblico allo scopo di avere un Dirigente Amministrativo a tempo pieno (prima volta nella storia dell’Ordine) ed evitare così inopportune e imprudenti consulenze. In questi primi due mesi abbiamo inoltre già messo in liquidazione la Fondazione OMCEO, nata nel 2015 come appendice dell’Ordine stesso (già definita impropriamente una “sorta di bretella parallela”)  con la finalità di poter fornire una serie di servizi a supporto della nostra attività professionale, non  “sperando che magari non se ne parli più’” ma perché ormai obsoleta dopo l’entrata in vigore nel 2018 della Legge Lorenzin. In questa operazione abbiamo dovuto “sacrificare” (ovviamente a malincuore trattandosi di lavoratori zelanti e indispensabili per la gestione della formazione) i dipendenti e revocare le consulenze generate per l’attività della Fondazione stessa. A proposito della formazione, abbiamo ripreso la gestione dei Corsi Ippocrate per la preparazione degli studenti ai tests per l’ammissione al Corso di Laurea in Medicina e Chirurgia, ai Corsi di Laurea per le Professioni Sanitarie (Infermieri, Fisioterapisti, Logopedisti, ect.) ed e i Corsi Manageriali per Dirigenti Medici. Sono inoltre in cantiere  numerosi corsi ECM per l’aggiornamento professionale di svariate figure Professionali Sanitarie. Contestualmente abbiamo iniziato ad affrontare, come peraltro  promesso, le diverse problematiche  connesse all’acquisto della nuova Sede (quelle giuridiche dovrebbero essere già definite) per cui abbiamo istituito una apposita Commissione che avrà il compito di approfondire le conoscenze relative alla acquisizione della nuova Sede e valutare tutte le possibili soluzioni (ristrutturazione in toto, ristrutturazione parziale, vendita parziale, ect)  per poter arrivare ad una decisione da condividere possibilmente con tutti gli iscritti con una seducente quanto “trasparente” piattaforma online . Sin dai primi giorni di vita  questo nuovo Consiglio ha provveduto ad istituire anche altre Commissioni con lo  scopo di promuovere e valorizzare la funzione sociale dell’Ordine e uno Sportello Giovani nato da giovani (Adriana Di Gregorio e Tommaso Piticchio) per i giovani  con l’obiettivo di rappresentare un punto di riferimento per i Colleghi che si affacciano per la prima volta al mondo della nostra professione. Per favorire una Amministrazione più trasparente stiamo provvedendo a migliorare la comunicazione dell’Ordine restaurando il sito istituzionale e i classici canali di informazione. Sono  assolutamente convinto che il nostro Ordine debba costantemente rappresentare un punto di riferimento per qualsiasi dubbio e criticità che si possa palesare durante la vita professionale di ognuno di Noi. Mi auspico di poter contare sul contributo propositivo di Voi tutti, Colleghi, Cittadini e Istituzioni morali, giuridiche ed economiche, per svolgere al meglio questo incarico, in serenità , nell’interesse e per il bene della nostra categoria e dei cittadini tutti. Sarò sempre disponibile al confronto, un po’ meno alle critiche gratuite e poco costruttive soprattutto a quelle critiche nelle quali non verremo coinvolti in un leale contraddittorio.
Ottantasei giorni sono pochi per impadronirsi di questa “macchina” con troppi optional (Federazione, Enpam, Cassa Assistenza, Scuola di Medicina Generale, ect.) , chiedo quindi solo un po’ più di tempo per riuscire nell’intento che questo Consiglio si è prefissato con “disciplina e onore”. Infine dedichiamo, un pensiero e una preghiera ai tanti Colleghi e pazienti che hanno perso la vita in questa battaglia contro il COVID 19, un caloroso abbraccio virtuale a tutti i ricoverati con l’augurio di una pronta guarigione. Siamo fiduciosi che la ricerca con i vaccini da poco arrivati anche in Italia riusciranno a contenere prima e debellare successivamente questo virus tanto subdolo quanto micidiale. Infinita gratitudine e riconoscenza a tutti gli operatori della Sanità che con enormi sacrifici stanno lottando e rischiando a salvaguardia della nostra salute. Colgo, infine, l’occasione per augurare a tutti noi e alle nostre famiglie un 2021 migliore dove salute, lavoro e cooperazione la facciano da padrona nella speranza di poterci presto riabbracciare tutti. “E sarà ancora più bello”!

Ignazio La Mantia detto Igo, Presidente OMCeO Catania

 

 

Autore
Foto del profilo di Redazione

Redazione

Your email address will not be published. Required fields are marked *