Carmelo Costa:”Una società scientifica per il dolore orofacciale”

Carmelo Costa:”Una società scientifica per il dolore orofacciale”

12 Settembre 2019 Redazione 0

Si svolgerà a Palermo dal 27 al 28 Settembre prossimi il I Corso nazionale GIMDO ( Gruppo Italiano Multidisciplinare Dolore Orofacciale ) organizzato dal dottor Carmelo Costa.

  • Dottor Costa di quali malattie si parlerà?
  • Nel distretto anatomico compreso dal collo in sù, insistono patologie dolorose complesse e dalla patogenesi tutt’ora oscura. Ciò nonostante le nostre conoscenze sono abbastanza avanzate per quanto riguarda il dolore al capo e molto meno per il dolore orofacciale. Una prova di questo squilibrio è data dalla presenza diffusa in Italia di Centri per la cura delle cefalee e dalla pressoché completa assenza di eguali strutture per la diagnosi e la terapia delle patologie dolorose orofacciali. Inoltre, come avviene per tutte le patologie dolorose croniche, il quadro clinico è reso più complesso dal coinvolgimento della sfera psichica che in questa regione assume una maggiore valenza. Infatti la bocca e la faccia sono deputate a funzioni essenziali come mangiare, bere e parlare oltre all’ espressione mimica, e qui sono contenuti i tessuti deputati a percepire ed elaborare ben 4 dei 5 sensi di cui dispone la nostra specie: vista, udito, gusto ed olfatto. Quindi ogni loro alterazione patologica duratura, organica o funzionale che sia, viene sempre vissuta con un importante coinvolgimento psicologico. Ma que​sto di​stret​to è an​che il sito dal qua​le ori​gi​na​no al​cu​ne tra le con​di​zioni dolorose acute e croniche più diffuse, come il mal di denti, le cefalee, i dolori neuropatici del trigemino e i disturbi della muscolatura temporo- mandibolare.
  • Quanto sono frequenti queste patologie?
  • La prevalenza di queste patologie dolorose incide per il 7% nella popolazione adulta ( tra i 15 ed i 64 anni ). Quindi in Italia su una popolazione di 38.613.751 ( dato del 2019 ) queste patologie riguardano più di 2.700.000 abitanti. Una parte cospicua di questi pazienti soffre anche di comorbidita con altre condizioni dolorose poco conosciute, come la fibromialgia o la sindrome dell’intestino irritabile e riporta indici psicometrici alterati in senso depressivo. Tutto ciò rende questi pazienti estremamente complessi nell’inquadramento diagnostico e nel successivo trattamento terapeutico.
  • Da quale esigenza nasce l’idea di una società scientifica ad hoc?
  • Da quella, innanzitutto,di aumentare le conoscenze e migliorare le cure riservate ai pazienti che soffrono di dolori persistenti e cronici nella regione orofacciale. Abbiamo però avvertito anche  l’esigenza di affrontare questo ambizioso progetto avvalendoci dell’apporto di più figure professionali, talmente complesse e specialistiche sono le competenze richieste per affrontare e risolvere queste patologie. E così è nato a Catania nel 2017  GIMDO, il Gruppo Italiano Multidisciplinare per il Dolore Orofacciale, che inizialmente ha raccolto il contributo degli Algologi, dei Neurologi e Neurofisiologi, degli Odontoiatri e degli Psicologi ma che presto conta di arricchirsi di quello di altri specialisti come i Neurochirurghi, i Chirurghi maxillo facciali, gli Otorinolaringoiatri e gli Oculisti, tra gli altri. GIMDO, come recita l’acronimo, è una società scientifica nazionale e questo I Corso a Palermo il 27 e 28 Settembre vedrà infatti l’apporto di vari specialisti giunti da tutta Italia. Lo sforzo organizzativo ed economico non è  stato indifferente ma credo che partecipare sia un’occasione imperdibile per chi voglia approfondire le proprie conoscenze su questo complesso, e per molti versi ancora oscuro, campo della patologia umana.

 

Autore
Foto del profilo di Redazione

Redazione

Your email address will not be published. Required fields are marked *