Cannizzaro, la raccolta differenziata in ospedale

Cannizzaro, la raccolta differenziata in ospedale

8 Settembre 2020 Redazione 0

Differenziare i rifiuti solidi urbani all’interno dell’ospedale, sia per diminuire la quantità di indifferenziato portato in discarica e sia per promuovere comportamenti responsabili: con questi obiettivi l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro ha avviato la collaborazione con il Comune di Catania e con la società Dusty incaricata della raccolta, al fine di introdurre, primo presidio in città, pratiche virtuose di differenziazione in reparti di degenza, ambulatori, uffici. L’interlocuzione è stata avviata già da tempo e ieri si è concretizzata in un incontro operativo, alla presenza di coordinatori infermieristici e direttori di Unità Operativa, con il quale è stato dato il via alla sperimentazione ed è stato fatto il punto sulle possibili implementazioni. Alla riunione hanno preso parte, per l’Azienda Cannizzaro, il direttore generale Salvatore Giuffrida, il direttore sanitario Diana Cinà, il direttore amministrativo Giuseppe Modica, i dirigenti medici della Direzione Sanitaria Anna Maria Longhitano e Mario Bollo. Per il Comune di Catania, oltre al dott. Mario Letterio Tringali, che ha illustrato tecnicamente il percorso dei rifiuti e il quadro non confortante dei risultati dell’Ente, è intervenuto l’assessore all’Ecologia e Ambiente, Fabio Cantarella: «In città sono emerse notevoli difficoltà e criticità che non hanno permesso di migliorare il livello della raccolta differenziata, obiettivo del nostro impegno. Per questo sono felice e grato – ha detto l’assessore – che l’Azienda Cannizzaro si sia attivata per contribuire a ridurre la quantità di rifiuti portata in discarica. Partiamo dopo avere messo a punto una procedura e faremo una verifica necessaria ad aggiustare il tiro, se necessario». «Questa per l’Azienda Cannizzaro è una svolta importante – ha affermato il direttore Giuffrida – che ha un’impronta ecologica ma anche implicazioni sanitarie. La sensibilità del personale è acclarata, così come la disponibilità di strutture da valorizzare, come l’isola ecologica per il temporaneo stoccaggio di rifiuti che cercheremo di attrezzare al meglio. Il solco è tracciato e ringrazio per l’attenzione il Comune e l’assessore Cantarella». La raccolta differenziata dei rifiuti solidi urbani (che non riguarda la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti speciali, oggetto di specifico trattamento) prenderà il via dall’Unità Operativa di Neurologia, individuata per talune caratteristiche. Gli Uffici del Comune e la Direzione dell’Azienda Ospedaliera hanno avviato una “road map” con un progressivo coinvolgimento di servizi e attività, a partire dalla mensa, anche grazie al supporto Dusty, ieri rappresentata dal dott. Massimo Cosentino, responsabile della differenziata.

Autore
Foto del profilo di Redazione

Redazione

Your email address will not be published. Required fields are marked *