Pediatri FIMP al Cannizzaro: “Un reparto a misura di bambino”

Pediatri FIMP al Cannizzaro: “Un reparto a misura di bambino”

24 Novembre 2019 Redazione 0

Nella mattinata del  20 Novembre una rappresentanza dei pediatri di famiglia catanesi della Federazione Italiana dei Medici Pediatri è stata accolta in un clima di affettuosa cordialità dalla Direttrice dell’UOC di Pediatria e PS Pediatrico dell’A.O.E. Cannizzaro, dott.ssa Vita Antonella Di Stefano. Questo, come simili incontri in altri reparti ospedalieri, è stato fortemente voluto dal Segretario Provinciale dott. Alessandro Manzoni, con lo scopo di far meglio conoscere ai Pediatri di Famiglia i servizi che vengono svolti nelle varie Unità Operative . In questa maniera, si stanno rinsaldando i già buoni rapporti tra ospedale e territorio, con il fine di migliorare ulteriormente l’assistenza ai bambini. I pediatri hanno potuto notare che all’interno dell’Unità di Pediatria e nel Pronto Soccorso ogni attenzione e ogni dettaglio sono concepiti a “misura di bambino“: bambino che si ritrova, non per sua scelta, a vivere un periodo della propria vita in una corsia di ospedale. Per queste ragioni si promuove una vera e propria “Terapia dell’accoglienza” che prende corpo grazie ad una serie di servizi quali la ludoteca, dove i piccoli possono intrattenersi sia mattina che pomeriggio con attività di animazione da parte dei volontari del V.O.I. e dell’A.B.I.O, e la “Scuola in Ospedale” che garantisce ai bambini malati il diritto all’istruzione  contribuendo al mantenimento o al recupero del loro equilibrio psico-fisico” (C.M. n. 345 del 12 gennaio 1986) con la collaborazione dei docenti appartenenti al circolo didattico A. Diaz e Cavour e alla scuola superiore G. Galilei. I pediatri in visita hanno costatato che Il Pronto Soccorso ha un proprio Triage con personale dedicato, sia medico, che infermieristico, che ausiliario. Accoglie qualsiasi tipo di patologia fino ai 14 anni di età, procedendo ad un ricovero in reparto o ad una osservazione breve (fino ad un massimo di 48 ore) avendo 6 letti per osservazione in monitor e poter consentire così trattamenti idonei e consulenze specialistiche. Negli ultimi anni, come obiettivo regionale, è stato promosso e incentivato il ricovero in DH/DS, al fine di evitare ai piccoli pazienti il trauma psicologico derivante dal prolungato ricovero e potere quindi dimettere dal PS Pediatrico, senza ricovero in Pediatria, tutte quelle patologie non a carattere di urgenza. La Pediatria del PO Cannizzaro garantisce l’assistenza sanitaria ospedaliera H24 ai bambini dal 28° giorno di vita fino all’età di 14 anni. Per l’assistenza al bambino in ospedale si assicura la continuità delle relazioni familiari, consentendo la permanenza di un familiare, anche durante le procedure mediche e infermieristiche e coinvolgendo attivamente la famiglia nel processo di cura. Infine la Direttrice ha spiegato come  vengono assicurati i seguenti servizi:

  • Ricovero di urgenza/emergenza;
  • Trattamento delle insufficienze respiratorie lievi/moderate con l’uso dell’Ossigeno ad alti flussi e con ventilazione non invasiva;
  • Ricovero ordinario per i bambini che hanno bisogno di approfondimenti diagnostici e terapeutici che richiedono tempi superiori alle 48 ore o in base alla valutazione medica;
  • Ricovero in Day Hospital o in Day Service.
  • Attività ambulatoriale di Gastroenterologia Pediatrica, Nefrologia Pediatrica e Malattie respiratorie infantili (prenotazione diretta con Pediatria)
  • Attività ambulatoriale di ecografie renali ed ecografie polmonari (prenotazione diretta con Pediatria)
Autore
Foto del profilo di Redazione

Redazione

Your email address will not be published. Required fields are marked *