Nuove tecnologie nel distretto testa-collo

Nuove tecnologie nel distretto testa-collo

19 Dicembre 2018 Redazione 0

Si svolgerà il 20 dicembre con inizio alle ore  9.00  presso il CAST (Centro alte Specialità e Trapianti) del Policlinico, sala conferenze Pad 8, il convegno dal titolo “Nuove Tecnologie nel distretto testa collo”.  Promosso dal Dipartimento di Chirurgia Generale e Specialità Medico Chirurgiche (Direttore Prof. Ernesto Rapisarda) e in particolare dall’Unità Operativa di Chirurgia Maxillo Facciale di cui è direttore il prof. Alberto Bianchi. Il convegno sarà aperto dai saluti del Magnifico Rettore dell’Università di Catania Prof. Francesco Basile e vedrà la partecipazione anche dell’Assessore alla Salute Avv. Ruggero Razza. La Chirurgia Maxillo-Facciale Universitaria di Catania nasce l’8 di gennaio del 2018. La direzione dell’U.O. del Policlinico Vittorio Emanuele  viene affidata ad Alberto Bianchi, Professore Associato di Chirurgia Maxillo-Facciale, proveniente dal Policlinico S. Orsola di Bologna, allievo della Scuola Bolognese, fondata dal Prof. Arturo Beretta nel 1919. Si porta così a compimento il progetto accademico, concepito da alcuni anni, di avere anche a Catania una specialità che si interessi delle patologie del volto, area anatomica tra le più complesse del corpo umano, che non è solo un insieme di organi ma la rappresentazione dell’identità stessa di ogni uomo. Oggetto della chirurgia maxillo-facciale sono  primariamente le patologie traumatiche, neoplastiche e  malformative del volto, congenite od acquisite, pediatriche o dell’adulto. In questo distretto corporeo le nuove tecnologie hanno trovato un campo di applicazione particolarmente ampio sia per gli aspetti diagnostici che per gli aspetti applicativi intraoperatori. La scuola bolognese si è distinta negli ultimi 15 anni come punto di riferimento nazionale  ed internazionale per avere sviluppato ed applicato sia sotto il profilo educativo che applicativo il computer planning, la chirurgia virtuale,  la chirurgia  CAD-CAM, la navigazione intraoperatoria fino alle prime applicazioni di realtà aumentata. Sin dai primi giorni di questo anno è nato il desiderio, ispirato e guidato dai Magnifici Rettori dell’ateneo di Catania, Francesco Basile, e di Bologna , Francesco Ubertini,  di stringere forti rapporti di partnership tra i due atenei, tanto che tra pochi giorni sarà firmato un protocollo di intesa tra le due Università  allo scopo di costituire e sviluppare iniziative congiunte nel campo della ricerca relativa alla clinica chirurgica maxillo-facciale, a livello scientifico ed assistenziale. La collaborazione tra i due atenei avrà ad oggetto i  seguenti temi di ricerca, relativi alle patologie del cavo orale, della faccia, della base cranica e del collo: lesioni del nervo trigemino e nervo facciale, studio dei fattori di crescita e delle cellule staminali nelle rigenerazioni nervose, nuove tecniche e frontiere della microchirurgia ricostruttiva, genetica e studio delle malformazioni facciali e cranio-facciali, genetica e nuove frontiere terapeutiche delle malformazioni vascolari del cavo orale e della faccia. E’ in questa prospettiva  che è stato pensato ed organizzato l’incontro “Nuove Tecnologie nel distretto testa collo”  in cui è stato invitato a tenere una lectio magistralis il Prof. Claudio Marchetti, Prof. Ordinario di Chirurgia Maxillo-Facciale dell’Alma Mater, Università di Bologna. Assieme a lui prenderanno la parola  molteplici esponenti di discipline ad alto contenuto tecnologico delle Accademie Siciliane.

 

 

 

Autore
Foto del profilo di Redazione

Redazione

Your email address will not be published. Required fields are marked *