Dottoressa aggredita a Monte Po, l’indignazione dell’Ordine dei Medici di Catania. «ALLEANZA MEDICI-CITTADINI FONDAMENTALE PER FRONTEGGIARE L’EMERGENZA»

Dottoressa aggredita a Monte Po, l’indignazione dell’Ordine dei Medici di Catania. «ALLEANZA MEDICI-CITTADINI FONDAMENTALE PER FRONTEGGIARE L’EMERGENZA»

10 Giugno 2021 di: Staff I-Press 0

CATANIA – «Incredulità e indignazione per quanto accaduto alla collega, medico di famiglia nel quartiere di Monte Po, aggredita violentemente con calci e pugni da una paziente durante lo svolgimento della sua attività ambulatoriale. L’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri di Catania – sottolinea il suo presidente Igo La Mantia – esprime massima solidarietà per quanto accaduto nei giorni scorsi». 

«Gli agenti di Polizia di Stato del Commissariato di Nesima hanno denunciato la paziente per interruzione di pubblico servizio – ha continuato La Mantia – siamo pronti a costituirci parte civile in caso di querela da parte della collega». 

La reazione dell’Ordine etneo giunge a poche ore dalla diffusione negli organi di stampa della notizia: una donna di sessantadue anni, dopo aver scavalcato la fila, ha aggredito il medico nel suo studio. La paziente, pur non essendosi prenotata – condizione necessaria in tempi di Covid – avrebbe preteso di essere visitata. 

«L’alleanza medico-cittadino e il potenziamento della medicina territoriale – conclude La Mantia – sono armi fondamentali per fronteggiare questo periodo di emergenza. Non è più possibile tollerare minacce e aggressioni in un contesto dove si cerca insieme di superare le criticità: occorre rafforzare questa sinergia, sensibilizzare, promuovere e diffondere la cultura del rispetto e della fiducia reciproca».

Autore
Foto del profilo di Staff I-Press

Staff I-Press

Your email address will not be published. Required fields are marked *