Aziende ospedaliere “in rosso” sotto tiro nella Manovra Finanziaria

Aziende ospedaliere “in rosso” sotto tiro nella Manovra Finanziaria

31 ottobre 2016 di: Nuccio Sciacca 0

Viene ulteriormente abbassata la soglia del disavanzo di gestione oltre la quale le aziende ospedaliere, universitarie e Irccs andranno in Piano di rientro. Il limite si abbassa al 5% della differenza tra costi e ricavi (oggi è il 10%). E’ uno dei punti caldi che sta per giungere in porto con la manovra del Governo che porta con sé numerose altre novità nel settore sanitario. Iniziamo dal Fondo sanitario nazionale che sarà di 113 miliardi nel 2017 che diventeranno 114 nel 2018 e a 115 nel 2019. Un miliardo di euro sarà disponibile per i nuovi farmaci cosiddetti innovativi ma molto costosi. Il personale sanitario i cui contratti sono da tempo scaduti potranno contare su un fondo di 1,4 miliardi per il rinnovo mentre per assunzione e stabilizzazione del personale del Servizio Sanitario Nazionale, sempre nell’ambito delle risorse del fondo sanitario nazionale, è previsto un Fondo vincolato di 75 milioni di euro per il 2017 e di 150 milioni a decorrere dal 2018. Viene istituito un Fondo per l’acquisto vaccini ricompresi nel Nuovo Piano Nazionale Vaccini (NPNV). Il Fondo, sempre all’interno delle risorse del fondo sanitario nazionale, è pari a 100 milioni di euro per l’anno 2017, 127 milioni di euro per l’anno 2018 e 186 milioni di euro a decorrere dall’anno 2019. Previsto che l’Agenzia per l’Italia digitale si attivi per la progettazione dell’infrastruttura nazionale necessaria a garantire l’interoperabilità dei FSE e dei dossier farmaceutici regionali nonché l’identificazione dell’assistito, attraverso l’allineamento con l’Anagrafe Nazionale degli Assistiti (ANA). Inoltre inserita la previsione secondo cui il Sistema Tessera Sanitaria entro il 30 aprile 2017, renda disponibile ai FSE e ai dossier farmaceutici regionali, attraverso l’infrastruttura nazionale, i dati risultanti negli archivi del medesimo Sistema Tessera Sanitaria relativi alle esenzioni dell’assistito, prescrizioni e prestazioni erogate di farmaceutica e specialistica a carico del Servizio sanitario nazionale, certificati di malattia telematici, prestazioni di assistenza protesica, termale e integrativa. Previsto stanziamento di 2,5 mln.

Autore
Foto del profilo di Nuccio Sciacca

Nuccio Sciacca

Responsabile sezione News


Email: nucciosciacca@cataniamedica.it

Your email address will not be published. Required fields are marked *