Ordine al centro della formazione dell’assistente odontoiatrico

Ordine al centro della formazione dell’assistente odontoiatrico

12 Settembre 2019 di: Redazione Mondo Odontoiatrico 0

E’ stata finalmente definita la figura professionale dell’assistente di studio odontoiatrico le cui attività e competenze sono adesso regolamentate da un decreto regionale che ha recepito l’Accordo Stato-Regioni del 2017. Lo comunica la Commissione dell’Albo degli Odontoiatri (CAO) dell’Ordine dei medici chirurghi e odontoiatri della provincia di Catania evidenziando la centralità degli Ordini in tutto il percorso formativo. Essi, infatti, sono esonerati, al pari dell’Università, del Cefpas e della Aziende del Sistema sanitario regionale, dal possesso del requisito dell’accreditamento per la formazione professionale. “Abbiamo adesso a disposizione delle linee guida per l’attuazione dei corsi per Assistente di studio odontoiatrico alle quali gli Ordini e gli enti organizzatori dovranno attenersi nella erogazione della formazione” specifica il Presidente della CAO etnea, Gianpaolo Marcone che sottolinea come “questo nuovo profilo professionale sia individuato con decreto regionale quale operatore di interesse sanitario”. Ma quali saranno i compiti dell’assistente di studio odontoiatrico? “Dopo il conseguimento dell’attestato a seguito della frequenza di specifico corso di formazione – spiega Marcone – egli potrà svolgere attività finalizzate all’assistenza dell’odontoiatra durante la prestazione clinica, alla predisposizione dell’ambiente e dello strumentario, all’accoglimento dei clienti ed alla gestione della segreteria e dei rapporti con i fornitori ma è fatto assoluto divieto di intervenire direttamente sul paziente anche in presenza dell’odontoiatra e degli altri professionisti del settore come ad esempio l’odontotecnico”. “Le competenze che verranno acquisite nell’ambito del percorso formativo afferiranno al settore tecnico-clinico, ambientale e strumentale, relazionale, segretariale ed amministrativo – aggiunge Ezio Campagna, componente della CAO e consulente per l’odontoiatria dell’assessore regionale alla salute che ricorda, infine, i tempi del percorso formativo. “Il corso avrà una durata di almeno 700 ore distribuite in 12 mesi, di cui 300 di teoria e 400 di tirocinio con la supervisione di un operatore qualificato ed esperto – sottolinea Campagna – al termine del corso la commissione d’esame sarà composta garantendo sempre la presenza di un odontoiatra designato dall’Ordine”.

Autore
Foto del profilo di Redazione Mondo Odontoiatrico

Redazione Mondo Odontoiatrico

Your email address will not be published. Required fields are marked *