Salute… in Comune

Salute… in Comune

15 aprile 2018 Redazione 0

In Aula Consiliare Lunedì 16 Aprile dalle 9 in poi. Lo stato di completo benessere fisico, mentale e sociale pone al centro dell’attenzione non più il malato ma l’individuo sano, membro attivo di una comunità che partecipa.  Questo il concetto di salute sistemica e generale all’interno della quale la salute orale riveste un ruolo fondamentale. La salute orale è importante perché include la capacità di parlare, sorridere, masticare, e trasmettere emozioni attraverso le espressioni facciali. Il  concetto di prevenzione appare strettamente correlato a quello di “Promozione della Salute” definita, dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, come: “il dare alle persone i mezzi per diventare più padroni della propria salute e per migliorarla. Un sorriso sano è l’ espressione di una buona salute orale. Bisogna formare ed  educare  alla salute come un  vero e proprio stile di vita, promosso dall’età precoce e perseguito e potenziato durante tutto il percorso dell’esistenza. Una serie  di  strategie chiave per migliorare la salute e la qualità di vita. E per una buona salute orale bisogna partire  da una buona igiene orale quotidiana, l’unica strategia di prevenzione, per prevenire ed evitare le malattie e patologie ancora molto diffuse a carico dei denti e della bocca. La  carie, per esempio, è una malattia degenerativa dei tessuti duri del dente, che si sviluppa sulla superficie fino a raggiungere la polpa dentale e colpisce il 60-90% dei bambini in età scolare e quasi la totalità degli adulti di tutto il mondo. Una Vita di Sorrisi  vuole essere dall’età scolare, fino alla terza età, un vero e proprio  progetto di formazione a una buona salute orale, attraverso incontri, campagne di sensibilizzazione e strategie di prevenzione primaria e secondaria. Perché un sorriso nasce da una bocca sana, ed è segno ed  espressione manifesta  di una forza interiore positiva nel nostro relazionarci con il mondo esterno. Infatti il sorriso è una forma importantissima di linguaggio del corpo, una insostituibile forma di comunicazione non verbale che racchiude una profondità emozionale nella sua capacità di trasmettere e armonia ed equilibrio. Armonia ed equilibrio raggiungibili anche grazie ad una interazione con l’ambiente,  ad una  sana educazione alimentare e a un corretto stile di vita. Anche nell’arte figurativa il sorriso è stato fonte di ispirazione e rappresentato quindi dagli artisti di tutti i tempi, rispecchiando in esso i valori e i costumi del proprio periodo storico. Attraverso le opere, infatti, si delinea un percorso in cui l’evoluzione del sentimento diventa protagonista. Allo stesso modo il sorriso in teatro ha rappresentato nel tempo e rappresenta tutt’oggi l’espressione dell’anima, superando confini e appartenenza, idiomi e tradizioni. Ha svolto e svolge una funzione catartica per lenire le ferite della vita quotidiana. Così agli inizi del secolo scorso, fiorisce la stagione del teatro siciliano, fatta soprattutto di sorriso, di sole e di poesia, di mitezza e di bontà. Protagonisti due grandi commediografi, Nino Martoglio e Luigi Pirandello, autori di testi divertenti, gai, umoristici, ed un attore straordinario, Angelo Musco, definito da Renato Simoni sul Corriere della Sera “il signore del riso”.

 

Autore
Foto del profilo di Redazione

Redazione

Your email address will not be published. Required fields are marked *