Riparte dal Congresso regionale SMI il dialogo Regione-Sindacati

Riparte dal Congresso regionale SMI il dialogo Regione-Sindacati

27 Marzo 2018 Redazione 0

Ad Aci Castello (Catania), lo scorso 24 Marzo scorso, si è tenuto presso il Grand Hotel Baia Verde, il Congresso Regionale elettivo del Sindacato dei Medici Italiani dal titolo: “Il S.S.N. compie 40 anni, le nuove sfide”. L’incontro ha riscosso una grande partecipazione di pubblico e di ospiti istituzionali e politici, tra questi, l’Assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, il Presidente della VI Commissione Salute, servizi sociali e sanitari dell’ARS, On.le Margherita La Rocca Ruvolo, nonché di 2 componenti della stessa VI Commissione, On.li Giorgio Pasqua e Antonino De Luca. Quindi sul fronte ordinistico, del Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Prov. di Catania, prof. Massimo Buscema, e del rappresentante dell’Ordine dei medici di Messina, Filippo Zagami, e sul versante delle trattative per il rinnovo dell’Acn, del componente della SISAC Michele Di Giacomo.Anche se impegnato per la votazione dei presidenti di Camera e Senato da sottolineare il significativo messaggio del sottosegretario alla salute Davide Faraone. Per lo Smi erano presenti il Presidente nazionale, Salvo Cali, quello regionale, Rosalba Muratori, il Segretario Regionale, Paolo Carollo, il Coordinatore Provinciale SMI e Presidente nazionale FESPA, Cosimo Trovato, e tutta la segreteria regionale al completo. “Un nutrito parterre – evidenzia Rosalba Muratori – che testimonia l’interesse suscitato dalle tematiche che a 360° lo SMI ha messo in campo proprio a salvaguardia e per la sostenibilità del S.S.N. ed a tutela della salute dei cittadini. E a testimonianza del positivo lavoro dello Smi le parole del Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Prov. di Catania, Prof. Massimo Buscema, che ha espresso grande stima per la serietà e la competenza delle nostre proposte, che ritiene assolutamente importanti per un percorso comune nella programmazione istituzionale”. “Da Catania parte il confronto tra medici e Regione Sicilia, – aggiunge Paolo Carollo, segretario regionale Smi – come ha dimostrato l’articolato intervento dell’Assessore Razza, che ha rilevato come il SSR siciliano abbia molte cose da rivedere ma abbia anche tante professionalità e strutture ad altissimo livello che bisogna sfruttare e utilizzare al meglio. Ha relazionato su quanto fatto nei primi 4 mesi dalla nuova amministrazione regionale sulla stabilizzazione dei Dirigenti medici precari e su quanto si stia facendo sulla nuova rete ospedaliera apportando le necessarie modifiche per mettere il sistema in equilibrio. Ha affermato che molte delle proposte dei relatori sono in linea con quanto ha in cantiere l’Assessorato e che ritiene fondamentale l’ascolto delle organizzazioni sindacali e delle associazioni della società civile per una futura riorganizzazione della sanità siciliana, in particolare per quanto riguarda la messa in sicurezza dei posti di lavoro, ovunque essi siano e degli operatori sanitari. È stata ribadita l’intenzione di istituire un’Azienda o Agenzia Regionale per l’Emergenza a cui dovranno fare riferimento tutte le  componenti attuali, fermo restando la loro collaborazione. Si è, altresì, affermato che l’Assessorato e l’intera Amministrazione regionale faranno la loro parte per riportare la Sanità siciliana a misura di cittadini ed operatori, obbiettivi in parte dimenticati nel recente passato”. L’esaustiva relazione del Segretario Regionale SMI, Paolo Carollo, seguitissima, ha fatto il punto su tutto il quadro della sanità siciliana, esaminandone tutte le criticità, e in particolare insistendo sul futuro dei giovani medici, sulla precarietà del lavoro medico nei vari ambiti e su quanto bisogna fare per evitarla. A seguire la Tavola rotonda, moderata da Antonio Fiasconaro, giornalista de La Sicilia, che ha visto la partecipazione dei politici presenti ed è stata un forte momento di confronto sulle questioni che affliggono la Sanità della regione. Tra gli interventi quello della presidente della commissione Salute dell’Ars Margherita La Rocca Ruvolo che ha ascoltato con attenzione gli spunti di riflessione e le criticità rilevate dallo SMI e che saranno oggetto di ulteriore approfondimento in commissione Salute, promettendo il massimo impegno con l’obiettivo di ottenere un miglioramento generale dei servizi sanitari, mettendo i diritti del paziente al primo posto, senza mai dimenticare le proposte dei medici. Anche gli On.li De Luca e Pasqua hanno espresso la volontà di approfondire quanto proposto dallo SMI, valutando questi spunti con particolare favore e interesse. “Tutte le criticità e le proposte evidenziate da nostro sindacato – prosegue Carollo – sono state seriamente prese in considerazione, vogliamo ricordare che la Sicilia, e lo Smi, sono stati in prima linea nella battaglia contro le aggressioni, soprattutto contro le donne medico, e per la messa in sicurezza del personale in servizio, sempre presenti nella lotta al precariato per i numerosi colleghi ancora da stabilizzare e sulle piante organiche da completare, nonché sull’urgenza di  potenziare con risorse il territorio per fronteggiare in primis le cronicità di una popolazione sempre più anziana e un SUES 118 in affanno sulla risposta alle emergenze. Su queste basi a due giorni dal congresso abbiamo inviato oggi alla Regione un documento riassuntivo di analisi e proposte”. Nel pomeriggio si sono tenute le sezioni sullo stato dell’arte dell’assistenza ambulatoriale specialistica, dell’emergenza sanitaria territoriale, in particolare ai precari dell’EST-118; della continuità assistenziale e alle proposte per una sua “modernizzazione”; dell’assistenza primaria e di quanto bisogna fare per renderla funzionale, evitando l’eccessiva burocratizzazione, e sfruttandone gli aspetti informatici per renderla più snella e agevole, della dirigenza medica ospedaliera, dei punti nascita, della battaglia contro la violenza nei luoghi di lavoro ed, in particolare, sulle donne. Quindi è stata eletta la nuova Segreteria Regionale con Francesco Paolo Carollo Segretario Regionale, Rosalba Muratori Presidente Regionale, Vice-segretari Regionali Saro Di Carlo per la Dirigenza Medica e Emanuele Cosentino per la Convenzionata; Tesoreria Giacomo Pampallona, supportato per la Segreteria Organizzativa da Santo Angileri. Responsabili di Settore: Teo Raciti per l’Assistenza Primaria supportato da Giovanni Baviera e Donata Carollo; Santo Angileri supportato da Marco Alise per la Continuità Assistenziale e Guardia medica; per l’Emergenza Sanitaria Territoriale Emanuele Cosentino supportato da Maurizio Cona; per la Specialistica Ambulatoriale Interna Cosimo Trovato supportato da Daniela Mobilia.

Per la Dirigenza Medica Territoriale Ninni Ferrante, per la Dirigenza Medica Ospedaliera Epifanio Di Natale, per la Dirigenza medica ospedaliera Universitaria Francesco Riggio. Per il Centro studi Sandro Tumino, per la Società scientifica ASSIMEFAC Presidente Rosalba Muratori, coadiuvata da Antonio Vittorio Panno. Per i giovani in formazione, Settore Formazione e Prospettive, responsabile regionale Giovanna Vassallo coadiuvata da Paolo Rizzo. Responsabile della Comunicazione Santo Angileri.

 

 

Autore
Foto del profilo di Redazione

Redazione

Your email address will not be published. Required fields are marked *