Il Paziente e le ulcere cutanee

Il Paziente e le ulcere cutanee

13 maggio 2018 Redazione 0

Il 12 Aprile scorso si è tenuta, presso il museo Diocesano di Catania, la cerimonia inaugurale del 1° Congresso regionale: Il Paziente e le ulcere cutanee, organizzato e presieduto dal Dott. Michele Vernaci, chirurgo specialista ambulatoriale presso l’ASP di Catania. Grandissima partecipazione di pubblico. Tra le autorità intervenute, particolarmente apprezzati gli interventi del Prof. Giancarlo Magnano San Lio pro Rettore dell’Università degli studi di Catania, del Dott. Antonino Rizzo in rappresentanza dell’Ordine dei Medici di Catania, del Dott. Giuseppe Liberti in rappresentanza dell’Assessore alla salute, i quali hanno rimarcato quanto sia importante l’attenzione che si presta al paziente in quanto persona. Per le Associazioni scientifiche sono intervenuti: Il Dott. Francesco Petrella Presidente nazionale AIUC ( Associazione Italiana Ulcere Cutanee ), Il Dott. Giuseppe Nebbioso Presidente nazionale SIMITU ( Associazione che tutela i diritti dei pazienti affetti da lesioni cutanee ), Il Dott. Francesco Giacinto coordinatore sezioni regionali AIUC i quali hanno ribadito l’importanza delle associazioni scientifiche nella tutela dei pazienti con ulcere cutanee. Per i Pazienti è intervenuta Laura Salafia. La Sua storia è drammatica ma al tempo stesso apre il cuore alla speranza, ci fa vedere la vita da un altro punto di vista che è quello della sofferenza ma al contempo quello della forza interiore e, per chi crede, la forza che viene da qualcosa di sovrannaturale. A concludere la cerimonia inaugurale un concerto del Red Quartet, apprezzatissima esibizione di: Marianna Musumeci al violino, Maria Luisa Sacco all’arpa, Laura Di Lorenzo al violoncello, Carla Basile soprano. Il Dott. Elia Ricci ha tenuto la Lectio Magistralis: Le ulcere nell’arte. Partendo dagli antichi Egizi, il Dott. Ricci con grande maestria ci ha condotti ai nostri giorni attraverso Achille che cura una ferita alla coscia con la ruggine di bronzo di Telefo, re dei Mirmidoni, Ippocrate, Leonardo da Vinci, il Caravaggio fino ad arrivare ai giorni nostri con estreme e aberranti tecniche di chirurgia estetica. Centotrenta discenti hanno partecipato il 13 Aprile, ai lavori congressuali che si sono svolti all’Hotel Il Principe di Catania, si sono affrontati vari argomenti: dal ruolo del paziente all’interno del SSN, al trattamento delle lesioni difficili e delle lesioni vascolari con tutte le problematiche inerenti, il piede diabetico ( patologia altamente invalidante e con un impatto sociale molto rilevante). In una delle sessioni si è messo in evidenza il ruolo dei nuovi L.E.A. che sono una vera e propria opportunità per i pazienti e gli operatori professionali. Grande risalto si è dato alla esternalizzazione dell’assistenza domiciliare prendendo in esame i pro e i contro. Il ruolo della telemedicina è stato un altro degli argomenti trattati e, riferendosi all’esperienza Calabra portata avanti dal Dott. Francesco Giacinto, si è rilevato un notevole risparmio sia di risorse finanziarie che di personale. A conclusione dei lavori, il Dott. Michele Vernaci si è detto estremamente soddisfatto che, come era il razionale del Congresso, il Paziente, in quanto persona, sia stato messo al centro delle cure. Ha ringraziato tutti i partecipanti, la faculty, le Aziende sponsor, la Mec Congress ( fondamentale nella organizzazione dell’evento ), e ha dato appuntamento all’anno prossimo per il 2° Congresso: Il Paziente e le ulcere cutanee.

 

Autore
Foto del profilo di Redazione

Redazione

Your email address will not be published. Required fields are marked *